Maggiori Info


  • Ho scritto numerosi articoli e testi che sono consultabili nella sezione Articoli e pubblicazioni del sito. Nel sito sono presenti anche alcuni estratti da questi articoli




Terapia di gruppo

Lavorare psicologicamente in un gruppo è un'esperienza estremamente stimolante ed efficace. Il gruppo è una sorta di attivatore di dinamiche - cioè di movimenti psichici - fecondo e creativo.

Si potrebbe dire che il gruppo terapeutico è uno psicoscopio (G. Zucchini) che ha la caratteristica, esattamente come per il microscopio o per il telescopio, di vedere qualcosa che normalmente, a       "occhio nudo" non si vede. Senza un gruppo ci sono aspetti della nostra umanità che non si riconoscono. Certo, questi aspetti emergono in tutti i gruppi che frequentiamo, a partire dalla famiglia che è il gruppo più importante a cui apparteniamo, ma anche nei gruppi di amici, del lavoro, delle istituzioni di cui siamo parte. La specificità però è che nel gruppo terapeutico si riescono a verbalizzare, a mettere cioè in parole ciò che, invece, nei gruppi citati, spesso rimane silente, taciuto, mascherato o patologicamente nascosto e tenuto segreto.

Come funziona un gruppo terapeutico?

I gruppi che conduco sono formati in genere da 4 a 8 partecipanti che possono essere di età molto diverse, così come diversi possono essere gli status socio-culturali. Questo perché è proprio la diversità a permettere una maggiore creatività. Ci si incontra due volte alla settimana, sempre con lo stesso orario e la seduta dura un'ora e un quarto.

L'aspetto più interessante è il gruppo, non il singolo individuo, in quanto viene messo in evidenza qualcosa che travalica le singole menti e le storie personali. L' originalità del lavoro sta proprio in questo: dal momento che, contrariamente a quello che si crede, noi nasciamo gruppo e piano piano ci differenziamo diventando individui, è nell'incontro con gli altri che sperimentiamo, gruppalmente, emozioni speciali, uniche, grazie alle quali emergono qualità nostre particolari.

Quando ci si incontra si lavora con le libere associazioni... Cioè non c'è un tema specifico da affrontare, ma una persona del gruppo liberamente porta un pensiero sul quale lentamente vanno ad intrecciarsi i pensieri degli altri fino a scoprire una emozione latente che sta cercando di emergere dal lavoro di tutti. È veramente appassionante scoprire nel tempo come lavora la "mente gruppale" formata dall'intreccio, non solo consapevole, ma soprattutto inconscio, di tutti i partecipanti.

Per sperimentare queste emozioni e "sentire" profondamente quello che si viene via via comprendendo, si dovrebbe frequentare il gruppo per almeno due anni.

Cosa cura il gruppo?

Il gruppo cura e si prende cura della persona. Paradossalmente non ci sono particolari "patologie" psichiche per le quali è indicata la terapia di gruppo, anche se ci sono momenti della vita in cui questa metodologia può essere efficace e momenti per cui è necessario  invece un approccio individuale.

Certamente il gruppo migliora le capacità relazionali, i sentimenti di autostima, la sicurezza nelle proprie capacità e soprattutto la scoperta e consapevolezza delle medesime, stimola le capacità creative e l'immaginazione (il gruppo è utilissimo per chi svolge attività creative o per chi si occupa di gruppi: insegnanti, infermieri professionali, dirigenti, responsabili di associazioni, ecc. ), il gruppo contiene ansie e paure rassicurando, ma anche facendo emergere ciò che si cela dietro l'ansia, permette di sviluppare la capacità di essere soli e quindi l'autonomia perché il gruppo rende ancora più evidenti gli aspetti di dipendenza, naturali o patologici, della nostra personalità in un modo particolare che permette di risolverli

Non è indicato nelle tossicomanie / tossicodipendenze per le quali sono indispensabili interventi più strutturati e istituzionali, oppure gruppi specializzati mirati alla soluzione di questo tipo di disagio, né sono indicati in situazioni altamente problematiche (violenza, gravi traumi, una elevata problematicità concreta di vita come separazioni coniugali in atto ad es.).

Personalmente conduco, prima dell’inserimento in gruppo,  dei colloqui individuali per decidere assieme all'interessata/o il da farsi. A volte mi sono accorta che ci sono persone che dopo un trattamento individuale passano al trattamento di gruppo, ma anche viceversa, ottenendo grandi benefici in termini di salute mentale.

 

Ambiti e modalità di intervento


Siti consigliati


Dott.ssa Ambra Cusin | Via Giulia, 88 - 34126 Trieste
P.Iva: 00637980327
Tel. 040 2458835

Se chiamate e trovate la segreteria telefonica significa che sto lavorando e non posso rispondere al telefono.
Lasciate, se volete, anche semplicemente il vostro nome e il vostro numero di telefono, io vi richiamerò a breve. Grazie.
E-mail: ambra.cusin@spiweb.it | privacy


Iscritta all’Odine degli Psicologi: del Friuli Venezia Giulia n. 39/33/II dd. 26/01/1993

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi.
I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2015 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Ambra Cusin.
Ultima modifica: 06/04/2016